Chirurgia della mano

La malattia di De Quervain

La malattia di De Quervain è la patologia infiammatoria più frequente a carico dei tendini estensori.
Si tratta di una tenosinovite stenosante, in genere monolaterale, più frequente nelle donne, dovuta a fattori traumatici locali o microtraumatici associati a fattori predisponenti che causano una difficoltà di scorrimento, per l'aumentato attrito dei tendini estensore breve ed abduttore lungo del pollice, nel primo canale osteofibroso del retinacolo degli estensori al polso.

La malattia si manifesta con dolore in corrispondenza dello stiloide radiale accentuato nei movimenti di estensione-abduzione del pollice e nelle manovre semeiologiche cliniche dedicate a questa patologia (es. manovra di Finkelstein).

La patologia inizialmente può essere trattata con modalità non chirurgica mediante il confezionamento di uno splint volare notturno che posiziona in leggera estensione il polso, la TMC in abduzione-estensione e la MF in posizione 0.

Nei casi che non rispondono al trattamento conservativo si deve procedere all'apertura chirurgica del primo compartimento dorsale. L'intervento viene eseguito in ischemia e con anestesia locale/tronculare o di plesso brachiale.

Previa incisione trasversale 1 cm prossimalmente allo stiloide radiale, si procede alla sezione longitudinale del legamento con liberazione dei tendini infiammati.
Particolare riguardo va alla preservazione del nervo radiale sensitivo che decorre ramificato al di sopra del primo compartimento.
Nel post operatorio è consigliato un breve ciclo di fisioterapia con un rapido recupero della funzione globale della mano interessata.

 
 

© Dott. Marco Borsetti - Codice Fiscale BRSMRC74H21L219Z
Ambulatorio di Chirurgia Plastica e Chirurgia della Mano (Padiglione G, 1° piano)
Ospedale Maria Vittoria di Torino - Corso Tassoni 46 - Torino

Privacy - Cookie policy